IL CUPSIT CONTESTA IL PROTOCOLLO “LINEE GUIDA PER LA DEFINIZIONE DI STANDARD MINIMI PER LA RIPARAZIONE A REGOLA D’ARTE”

COMUNICATO

Il protocollo promosso dalle Confederazioni dall’Ania e da alcune Associazioni dei consumatori rischia di compromettere drasticamente molto del lavoro fino ad oggi fatto.
Infatti, sotto le mentite spoglie delle linee guida per la riparazione a regola d’arte, il protocollo che le suddette associazioni tentano di promuovere non è altro che un malcelato tentativo di riportare le carrozzerie ai tempi dei famigerati accordi Ania.
Per questo il CUPSIT si unisce all’AIPED nella richiesta di sospensione dell’incontro previsto per il prossimo 16 maggio denunciando che:
1) le indicazioni riportate all’interno del protocollo nulla hanno a che fare con le linee guida per la riparazione a regola d’arte così come previsto dall’art. 1 comma 10 L.124/2017;
2) il protocollo lede in modo grave il diritto del danneggiato/consumatore ad avvalersi di patrocinatori per essere assistiti nella sempre più complessa procedura del risarcimento del danno;
3) l’accordo ha natura anti-concorrenziale in quanto tende a discriminare i riparatori non aderenti e ad uniformare i costi degli interventi agendo negativamente sulla qualità e la sicurezza delle riparazioni;
Inoltre siamo curiosi e in attesa di vedere come CNA Professioni, più volte da noi sensibilizzata sull’argomento ed alla quale abbiamo inviato una formale richiesta di intervento, intenderà muoversi nei confronti di un protocollo che danneggia palesemente l’attività del Patrocinatore Stragiudiziale, una categoria che la suddetta associazione dovrebbe, in teoria, tutelare!

Alleghiamo Comunicato AIPED: Osservazioni Linee Guida Riparazioni a regola d’arte

Ritorneremo in argomento appena ricevuto un riscontro da CNA Professioni.

Il Cupsit

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *