La medicina legale secondo Vittoria Assicurazioni

La medicina legale secondo Vittoria_Assicurazioni

5 Commenti

  1. Daniele Zarrillo

    “… dietro un miraggio
    c’e’ sempre un miraggio
    da considerare
    come del resto
    alla fine di un viaggio
    c’e’ sempre un viaggio da ricominciare…
    …e andiamo a genova
    coi suoi svincoli musicali
    o a firenze coi suoi turisti
    internazionali
    oppure a roma che sembra una cagna
    in mezzo ai maiali…”
    Continuiamo a lavorare, diamo il meglio e stiamo uniti.

    Risposta
  2. Renato Zaniolo

    Stanno già facendo cartello….
    Questa, al Gentilissimo dottore, è pressocchè uguale all’altra già apparsa e rivolta all’Egregio Dottore, Gent.ma Dott.ssa…
    Il Direttore Sinistri di Vittoria Assicurazioni, dimostra anche di non saper leggere la Legge che vuole interpretare….
    Non è vero, infatti, che la legge 27/2012 ha aggiunto al comma 1 dell’art. 139 del Codice assicurativo che “”Il danno alla persona per le lesioni di lieve entità di cui all’art. 139 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, è risarcito solo a seguito di riscontro medico legale da cui risulti visivamente o strumentalmente
    accertata l’esistenza della lesione.””.
    Tale disposizione, invece, è a sè stante e non va affatto ad aggiungersi o a modificare l’art. 139.
    Che pasticcio.
    Avanti la prossima circolare!!!
    Ma, dico io, i medici legali hanno le palle per relazionare secondo scienza e coscienza, o devono invece farsi dettare le linee guida dalle Compagnie assicurative?

    Renato Zaniolo

    Risposta
  3. luigi

    ..molti dei medici legali lavorano solo grazie alle compagnie!!! La maggiorparte di loro non ha mai eseguito un’autopsia (forse assistito ad un paio solo al corso univesitario).

    Se vogliono continuare a lavorare saranno costretti ad adeguarsi!!

    Risposta
  4. patroc. strag. Riccardo Nicotra (CT)

    Locandina-invito per tutti, sulla scottante materia della Mediazione Civile, con delle possibili soluzioni:
    CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA
    CORTE DI APPELLO DI CATANIA
    Commissione distrettuale per la formazione e l’aggiornamento
    professionale della magistratura onoraria. Nell’ambito delle attività connesse alla formazione ed all’aggiornamento professionale della magistratura onoraria è stato organizzato l’incontro di studio sul tema:
    “OBBLIGATORIETA’ DELLA MEDIAZIONE NEI PROCEDIMENTI CIVILI:
    -Eccezioni in materia di diritti indisponibili;
    -Procedibilità e giudizio innanzi al Giudice di Pace”.
    Il corso si terrà giorno 28-4-2012 alle ore 9.30 presso ”Hotel Nettuno”, via Ruggero di Lauria 212- Lungomare, Catania
    PROGRAMMA:
    Ore 9.30: Presentazione dell’incontro da parte della Commissione
    Ore 9.45: Intervento dei relatori:
    -Relazione Avv. Maurizio Zappalà – del Foro di Catania
    -Relazione Dott. Felice D’Onofrio – Giudice di Pace di Napoli.
    E’ obbligatoria la partecipazione dei Giudici onorari di Tribunale e dei Giudici di Pace assegnati agli uffici giudiziari del Distretto.
    Si rassegna che il registro delle firme sarà ritirato alle ore 9.45 e che gli attestati di partecipazione saranno consegnati alle ore 12.45.
    E’ in corso la procedura di accreditamento del Corso presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania.

    Risposta
  5. patroc. strag. Riccardo Nicotra (CT)

    Da http://www.cassazione.net:
    FOCUS
    Primo sì alle professioni non regolamentate: vigilanza, deontologia e formazione alle associazioni ad hoc. Passa al Senato il testo che riguarda, fra gli altri, gli amministratori condominiali. I tributaristi Lapet: «Non esistono più solo gli Ordini» di: Dario Ferrara
    MERCOLEDI’ 18 APRILE 2012

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook