Il matrimonio Unipol Fonsai non s’ha da fare. lo dice l’Antitrust.

Uno scandalo strisciante dell’economia italiana in un contesto dove la politica si genuflette al cospetto delle assicurazioni sta per  finire. Mentre i “liberali al caviale”  esaltavano i provvedimenti sulle liberalizzazioni, che hanno regalato alle compagnie due miliardi  di Euro in risparmi sui risarcimenti per le lesioni lievi, il loro silenzio sull’operazione Unipol-Fonsai era assordante. Le truppe cammellate di Paternò, il club di Via Stalingrado, una grande banca d’affari e una grande compagnia triestina, “tome tome, cacchie cacchie”, non vedevano l’ora di realizzare un matrimonio tra avanzi della prima repubblica e giovani manager rampanti e con il beneplacito di una autorità di controllo a sua volta meritevole di controllo . Ecco,  su pronta notizia dall’avvocato Perrini,  le inequivocabili determinazioni dell’Antitrust.

UGF-PREMAFIN: ANTITRUST AVVIA ISTRUTTORIA E SOSPENDE L’OPERAZIONE FINO ALLA CHIUSURA DEL PROCEDIMENTO

Testo del provvedimento – 26 aprile 2012

1 Commento

  1. Daniele Zarrillo

    Era ora che almeno su carta qualcuno si facesse sentire!
    Speriamo che si faccia davvero qualcosa.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook