Decreto sviluppo bis: il treno dei desideri delle compagnie.

E’ stato varato il decreto Sviluppo Bis che contiene misure in materia di RC auto e che costituisce un ennesimo treno legislativo per imboscate nelle commissioni parlamentari in sede di conversione in legge.

Le compagnie, ricordiamo, vorrebbero:

  • irregimentare ancor più il risarcimento per le lesioni lievi,
  • rendere obbligatorio l’indennizzo diretto,
  • obbligare i danneggiati a riparare i mezzi dai fiduciari assicurativi,
  • varare la tabella per le macro-lesioni.

I rischi sono tanti e le compagnie sanno di poter contare su un Governo che un grosso regalo (v. lesioni di lieve entità) l’ha fatto e che, a seguito dei vari incontri al Ministero dello sviluppo Economico, potrebbe farne un altro.

Un altro regalo, ricordiamo, è il decreto Balduzzi che assimila i risarcimenti delle vittime della malasanità a quelli più ridotti delle Vittime della Strada.

Noi ci prendiamo l’impegno di collaborare con tutte le organizzazioni che, pur con mezzi limitati, cercano di fare il possibile per evitare di fugare una occasione che per le Compagnie potrebbe essere ghiotta.

Ricordo la manifestazione del 10 novembre e di rispondere al sondaggio su www.vittimestrada.org

1 Commento

  1. DANIELE ZARRILLO

    Restiamo vigili, sempre, è importante ricordare al Governo, a chi detiene il potere, che quel ptere glielo conferiamo noi.
    E’ importante quindi che Sappiano che il vero POTERE è in mano nostra.

    Se solo ce ne rendessimo conto…

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook