Riforma forense: confindustria si schiera contro. Resoconto Commissione Giustizia. Appello raccolta emendamenti.

Confindustria: Inaccettabile tornare indietro su riforme

Resoconto Commissione Giustizia (PD, PDL,IDV, terzo polo tutti d’accordo nel mandare avanti la legge esclusi i Radicali)

Nuovo appello dei senatori Perduca e Poretti:

Professione forense: Senatori Radicali rinnovano invito a contribuire con emendamente e argomenti per organizzare opposizione in aula settimana prossima

Come riportato anche dal Sole 24 Ore in un articolo giovedì 13, ma non da Stella oggi sul Corriere…, i Senatori Radicali Marco Perduca e Donatella Poretti hanno lanciato un pubblico appello su Facebook e Twitter per raccogliere ulteriori emendamenti sul disegno di legge della cosiddetta “riforma” della professione forense. In un paio di giorni sono stati raccolti oltre 100 emendamenti nuovi, nonché approfondite analisi degli aspetti di possibile inconstituzionalità del provvedimento ad adiuvandum di quanto già adottato dalla commissione dal lavoro del Senato. I testi possono essere inviati anche all’indirizzo di posta elettronica del senato marco.perduca@senato.it donatella.poretti@senato.it entro oggi alle ore 16.

AVVISO:  Vengono diffusi messaggi in merito alla certificazione di qualità, al significato della norma tecnica UNI.

Ricordo che:

  • le norme tecniche sono a salvaguardia del mercato, non del professionista.
  • le norme tecniche non hanno, nella gerarchia delle fonti, una primazia rispetto ad una legge. 
  • per ottenere un certificato di qualità a norma ISO 17024 (certificazione del personale e delle figure professionali) non bisogna essere iscritti ad una associazione a meno che la scheda tecnica approvata dall’organismo di certificazione non lo richieda esplicitamente. Così non è, né potrebbe essere per la nostra professione.

Dell’importanza della norma UNI e della certificazione di qualità parleremo diffusamente quando il provvedimento sarà approvato. Per ora abbiamo ben altre emergenze da curare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook