Bella gornata genovese

Sull’evento di Bologna invito, per chi non avesse partecipato, di andare sul sito http://www.mobilitazionedecretorcauto.it/  per vedere i video e le foto.

Ecco un primo estratto di Genova, un’altra pietra miliare autoconvocata.

Tra poco tutti a Roma per presentare la Carta di Bologna.

Cari colleghi, svegliatevi!

1902965_10203268940834454_696775427_n1921871_10203268940994458_1761758982_n

1924879_10203356953143682_953742152_n

COMUNICATO STAMPA

oltre mille partecipanti provenienti da tutta italia alla manifestazione
nazionale dei carozzieri e dei consumatori conclusasi al politeama
genovese con la seguente mozione:

L’ASSEMBLEA DI GENOVA dei carrozzieri, dei consumatori e dei tecnici rc
auto CHIEDE al Presidente del consiglio incaricato e al nuovo Governo di
ritirare il ddl rc auto e da mandato alle associazioni promotrici
di presentare una proposta di riforma, che partendo dalla carta di
bologna dell’11 gennaio 2014, abolisca l’indennizzo diretto, favorisca
una reale concorrenza tra compagni assicuratrici, tuteli la libertà di
impresa, i diritti degli assiciurati e delle vittime della strada,
promuova una effettiva riduzione dei costi rc auto.

approvato all’unanimità

per le associazioni promotrici

federcarrozzieri – carrozzieri della provincia di genova – assoutenti

1 Commento

  1. Mirko Melozzi

    Il treno veloce, troppo veloce, “Destinazione Italia” è deragliato bruscamente a Bologna. Non era affatto scontato ed il pericolo di rimanerci sotto era davvero concreto.
    A Genova è invece partita la nuova riforma RC Auto che raccoglierà i principi sanciti nella Carta di Bologna e che ognuno di noi, davvero interessato ai diritti del danneggiato, dovrà iniziare sostenere fin da subito, anche spiegandola ai danneggiati e ai collaboratori, perché quella che va cambiata è soprattutto l’idea sbagliata, ma non casuale, che chi deve essere risarcito non è un danneggiato ma uno speculatore.
    Sapere è potere!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook