Zanonato ha incontrato l’ANIA, ha incontrato l’Adiconsum (ANIA 2?) ma ancora non risponde alle richieste di incontro delle vittime della Strada.

Invece di rottamare il CNCU continuano ad usarlo e a presiederlo. Il ministro che delega il Sottosegretario Vicari a presiedere i Consumatori di Stato, quante volte abbiamo visto questa scena prima delle concertazioni autoreferenziali.

Il Ministro, dopo aver elencato i provvedimenti fatti fin’ora dal Governo, ha parlato della necessità di semplificare la Robin Tax e di riesaminare alcune norme sull’Rc Auto, a cominciare dal danno biologico e dalla scatola nera. C’è comunque una novità sul fronte istituzionale della tutela dei consumatori: il Ministro ha firmato la delega ai consumatori del sottosegretario Simona Vicari.

“Molto positivo – dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum – il secondo incontro del ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, con le Associazioni dei Consumatori. È un cammino di concertazione virtuoso – continua Giordano – quello intrapreso dal Governo con le Associazioni Consumatori che affronta temi importantissimi per le famiglie italiane. È stata sottolineata e condivisa – prosegue Giordano – l’importanza dell’abbattimento dell’Rc auto e del prezzo dei carburanti, ormai non più procrastinabile, anche in considerazione del grande apporto che l’Ivass e Antitrust stanno dando per il contenimento dei relativi costi. Grande rilievo è stato dato anche – dice ancora Giordano – alla necessità del risparmio energetico e quindi alla defiscalizzazione e agli incentivi che a giudizio di tutti deve trovare una stabilizzazione anche negli anni futuri. Si rende inoltre ormai necessario un alleggerimento dei carichi sui tribunali e sui giudici di pace per i contenziosi tra consumatori ed imprese. In tal senso unanimemente Ministero e Consumatori concordano nel ritenere che conciliazione paritetica e mediazione debbano essere le strade per ottenerla, allentando la morsa delle lobby, come quella degli avvocati. Adiconsum ha ribadito, unitamente alle altre associazioni, come la class action sia attualmente uno strumento sterilizzato ed impotente e come il suo assetto normativo vada rivisto e modificato per consentire un’effettiva tutela collettiva dei consumatori nei confronti delle scorrettezze e dei raggiri che alcune aziende non serie costantemente operano. Il ministro Zanonato e il sottosegretario Vicari, anche presidente del Consiglio nazionale consumatori e Utenti (Cncu), con grande disponibilità hanno dato appuntamento alle Associazioni Consumatori per settembre per continuare un lavoro congiunto. Dall’incontro è stato esitato un documento condiviso”.

1 Commento

  1. Fabio ROLANDO

    Salve, mi congratulo per il Vostro operato, per quanto riguarda le scatole nere che sono collegate con il GPS per la geolocalizzazione.

    Credo che sarebbe opportuno usare con cautela questa tecnologia, nel mio caso che sono “elettrosensibile” avrei il mal di testa dopo due ore di viaggio in auto.

    Molti ignorano queste realtà.

    Saluti.

    Patr. Stragiudiziale Fabio ROLANDO

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook