La Reale scrive ai suoi medici e li obbliga ad attenersi alla loro interpretazione della norma

La Reale scrive ai suoi medici illustrando la presenza di sacche di resistenza nell’interpretazione della norma “ammazza colpo di frusta”.  In buona sostanza se i fiduciari non dovessero attenersi all’interpretazione direzionale della norma smettono di lavorare, se, invece, si attengono pedissequamente, prima o poi smetteranno lo stesso trovandosi a valutare il nulla.

Ecco la nota della: Reale_Mutua ai_medici_fiduciari

3 Commenti

  1. Renato Zaniolo

    Pensa, gli pagheranno pure le spese per sostenere il motivi per i quali si è calato i pantaloni…

    Risposta
  2. Luigi

    Il discorso è che la valutazione palesemente a ribasso non tutelerà nessun fiduciario da eventuali querele… poi saranno loro a pagare di propria tasca la differenza!!

    I fiduciari devono iniziare a metterci la faccia e il c_lo su quello che dichiarano, e finirla di trincerarsi dietro le compagnie…..

    ….LE QUERELE SI POSSONO FARE!!!…LE FARETE??

    Risposta
  3. Pingback: Ormai è guerra, patrocinatori e riparatori, sotto attacco; Danneggiati tutelati? | Il Perito Assicurativo. Blog di Luigi Mercurio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook