Clausole Vessatorie. Importante decisione dell’Antitrust

Non condividiamo la posizione dell’Antitrust sulla RC auto e la polemica su questo punto è aperta e chiara.

La decisione (vedi link) di cui consigliamo una attenta lettura è, però, senz’altro condivisibile.

Riportiamo senza commenti un estratto molto chiaro che dovrebbe essere patrimonio di qualsiasi professionista, a maggior ragione di chi tutela soggetti debolissimi come le Vittime della Strada o della Malasanità:

Preliminarmente e in via generale si osserva che, come ribadito dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea in recenti pronunce, il sistema di tutela del consumatore in materia di clausole vessatorie istituito dalla direttiva 93/13/CEE – il cui recepimento è attualmente contenuto negli articoli 33 e seguenti del Codice del Consumo – è fondato sul presupposto che “il consumatore si trovi in una situazione di inferiorità rispetto al professionista per quanto riguarda, sia il potere nelle trattative che il livello di informazione, situazione questa che lo induce ad aderire alle condizioni predisposte senza poter incidere sul contenuto delle stesse” . In considerazione di ciò, la Corte di Giustizia ha recentemente ribadito che il principio di chiarezza, trasparenza e comprensibilità delle clausole contrattuali non concerne soltanto il piano formale e grammaticale ma deve essere inteso in senso estensivo in modo che il consumatore possa valutare, sulla base di criteri precisi ed intelligibili, anche le conseguenze economiche che gli derivano dall’adesione al contratto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook