Programma del Convegno alla Camera il 10 novembre. Partecipate numerosi

Quando si tratta della riforma forense ho visto molti commenti. Su tema delle Vittime della Strada, che dovrebbe essere di primaria importanza per la nostra professione e dove il CUPS ha partecipato al raggiungimento di un risultato (parziale) parlamentare eccezionale pare non vi sia alcun interesse. Ciò premesso, ecco la bozza di programma articolato e prestigioso del convegno della Associazione Familiari Vittime della Strada dove è previsto un nostro intervento.  Se non vi sarà una partecipazione numerosa di colleghi sarà il caso di fare le opportune riflessioni.

Il Convegno è gratuito. Se siete intenzionati a partecipare notificate via mail la Vs. partecipazione agli indirizzi  indicati qui sotto notificando con un commento l’avvenuta adesione solo a scopo statistico.

Si raccomanda la prenotazione via email entro l’ 8 novembre 2011

Per l’accesso sono richieste giacca e cravatta

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA DEL CONVEGNO

AIFVS via A. Tedeschi, 82 – 00157 Roma

Tel. 06.41734624 – fax 06.233216163

info@vittimestrada.org

Il CUPS non fa da segreteria organizzativa. Si prega di non chiedere informazioni in merito nè in questo sito, nè telefoniche perchè non forniremo alcuna risposta.

BOZZA

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada

in collaborazione con

Osservatorio Vittime Lidu Lega Italiana per i Diritti dell’Uomo

AIPG Associazione Italiana di Psicologia Giuridica

Altalex e Massimario di Altalex

Overlex

minus reddere victimis?

 

Il risarcimento del danno alla persona tra etica, logiche assicurative

e diritti umani violati dopo l’approvazione alla Camera della mozione Pisicchio

 

CAMERA DEI DEPUTATI

Roma – Palazzo San Macuto – Via del Seminario, 76

SALA DEL REFETTORIO

10 novembre 2011

Sessione mattutina 10.00- 13.00

Tavola rotonda  –  Le tabelle del solo danno biologico da 10 a 100 punti del CdM del 3 agosto in contrapposizione con la congruità dei parametri liquidativi delle Tabelle del Tribunale di Milano del danno non patrimoniale e l’aumento europeo dei massimali rc auto a 5 milioni di euro

Moderatore  Giuseppa Cassaniti Mastrojeni – Presidente AIFVS

Introduce: Prof. Avv. Luigi Viola Direttore scientifico di Altalex Massimario

Invitati ad intervenire

–  On. Stefano Saglia – Sottosegretario Ministero dello Sviluppo Economico

–  On. Enzo  Raisi – Membro X Commissione Attività Produttive della Camera

–  On.  Francesco Boccia – Membro V commissione Bilancio Tesoro e Programmazione

–  On.  Pino Pisicchio – Membro X Commissione Attività Produttive della Camera

–  Prof. Avv. Giuseppe Cassano Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche di Roma e Milano nell’European School of Economics

– Avv. Luigi La Peccerella – Avvocato generale Inail

–  Dott. Stefano Mannacio – Portavoce C.U.P.S.

–  Avv. Augusto Palese – Aifvs Foro di Venezia

–  Avv. Giuseppe Incardona – Aifvs Foro di Palermo

–  Avv. Francesco Fiocchi –   Aifvs Foro di Milano

–  Avv. Massimo Perrini – Foro di Torino Commissione responsabilità civile O.U.A.

–  Avv. Paolo Maria Storani –  Foro di Macerata

–  Avv. Matteo Santini – Presidente Centro Studi Diritto di famiglia

Pausa pranzo – ripresa dei lavori ore 15.00

Sessione pomeridiana ore 15,00 – 18,30

Tavola rotonda-  La evoluzione del sistema personalizzato di liquidazione del risarcimento del danno non patrimoniale secondo la giurisprudenza e le nuove indicazioni tabellari

Moderatore Prof. Avv. Gianmarco Cesari – Avvocato della Aifvs – Presidente Osservatorio Vittime

Interventi:

– Dott. Paolo Corder –  Consigliere CSM

– Dott. Giovanni Battista Petti – Consigliere Corte di Cassazione

– Dott. Bruno Spagna Musso – Consigliere della Corte di Cassazione

– Dott. Stefano Schirò – Consigliere della Corte di Cassazione

– Dott. Mauro Di Marzio – Consigliere Corte di Appello di Roma

– Dottoressa Annalisa Chiarenza – Magistrato Tribunale di Roma

– Dottoressa Antonella Illuminati – Magistrato Onorario del Tribunale di Roma

 

Tavola rotonda – Riflessioni applicative della tabella ministeriale medico – legale da 10 a100 punti ed esigenze scientifiche di integrazione

Moderatore: Prof. Giancarlo Umani Ronchi – Emerito di medicina legale dell’Università La Sapienza, membro del Comitato Nazionale di Bioetica

Introduzione

–         Prof. Fabio Buzzi, membro della Società Italiana di Medicina Legale e della Società Lombarda di Medicina Legale –  direttore del Dipartimento di Medicina Legale e Sanità Pubblica della Università di Pavia

Intervengono

– Dott. Patrizio Rossi – Dirigente Medico Legale Inail Roma

– Prof. Paolo Capri – Presidente dell’Associazione Italiana di Psicologia Giuridica

– Prof. Simona Del Vecchio – direttore dell’Unità Operativa Medicina Legale della ASL1 Imperia

– Dott. Franco Zuppichini – Presidente Sitbilt Società Italiana Biomeccanica Lesioni Traumatiche

– Dott. Maria Emanuela Torbidone – Esperta della AIPG Psicologa Giuridica Aifvs

Dibattito

Invitati  ai lavori: il Ministro della Giustizia On. Nitto Palma, il Ministro dello Sviluppo Economico

On. Paolo Romani ed il Ministro della Salute Ferruccio Fazio

Chiusura lavori ore 19,00

Si raccomanda la prenotazione via email entro l’ 8 novembre 2011

Per l’accesso sono richieste giacca e cravatta

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA DEL CONVEGNO

AIFVS via A. Tedeschi, 82 – 00157 Roma

Tel. 06.41734624 – fax 06.233216163

info@vittimestrada.org

19 Commenti

  1. Daniele Zarrillo

    Lo studio parteciperà con due elementi, tra cui il sottoscritto.

    Risposta
  2. Enzo Luppi

    Lo Studio Luppi parteciperà all’evento nella persona del sottoscritto e di un altro membro della struttura.

    Risposta
  3. Marco Galtieri

    Lo Studio CIS di Saronno, parteciperà con il titolare e/o uno dei responsabili.

    Risposta
  4. Polato Giovanni

    Lo STUDIO SERECO sara’ presente al Convegno del 10 Novembre con 2 partecipanti.

    Risposta
  5. patroc. strag. Riccardo Nicotra (socioANEIS Catania)

    Aumentare polizze per le truffe, da cui l’agenzai Antifrode; diminuire i risarcimenti dei danni a persona;
    tutti i denari risparmiati saranno investiti in :
    Ultime notizie Unipol Gruppo Ugf ottobre 31st, 2011
    Condanne in primo grado per la tentata scalata di UNIPOL a Bnl
    Si chiude a oltre due anni dalla prima udienza il processo sulla tentata scalata di Unipol a Bnl. Dopo la sentenza del processo per la vicenda Antonveneta, arriva alla pronuncia di primo grado l’altro capitolo della famosa estate dei “furbetti del quartierino” e del risiko bancario. I giudici della prima sezione del tribunale di Milano hanno emesso il dispositivo della sentenza che condanna 13 persone su 21 imputate e tre società su sette, chiamate a rispondere per l’operato dei loro manager in virtù della legge 231 del 2001 sulla responsabilità amministrativa degli enti.
    Le pene più severe sono quelle inflitte agli ex vertici di Unipol: l’ex presidente Giovanni Consorte è stato condannato a tre anni e 10 mesi e a una multa di 1,3 milioni (quattro anni e sette mesi e multa di 1,2 milioni la richiesta dei pm), quando l’allora vicepresidente Ivano Sacchetti e l’allora direttore finanziario Carlo Cimbri sono stati condannati entrambi a tre anni e sette mesi e a pagare una multa di 1 milione di euro ciascuno. Per loro i pm Luigi Orsi e Gaetano Ruta avevano chiesto quattro anni e quattro mesi e una multa di 1,1 milioni di euro di Flavia Carletti – Fonte Il Sole 24 Ore –

    Ma a quando l’Agenzia Antifrode per l’Assicurato?
    Chi controlla i bilanci?
    Chi osa controllarli, perde il mandato agenziale, altri nonostante vari arbitrati vinti, perdono comunque il mandato agenziale.

    Risposta
  6. patroc. strag. Riccardo Nicotra (socioANEIS Catania)

    ANIA vuol fare legiferare sotto dettatura. Forse vorranno chiedere la Cassa Integrazione? I parlamentari accetteranno? Ezra Pound docet (un VIP very VIP veramente micidiale)!
    Italia Dei Valori:Francesco Barbato, ASSICURAZIONI, BARBATO(IDV) ANIA, RELAZIONE EGOISTA SENZA MAI DARE Martedì 5 Luglio 2011 14:18 Lo Staff. “Nell’assemblea dello scorso anno, ANIA invocò la necessità dell’istituzione di un’agenzia di antifrode assicurativa per eliminare sinistri falsi, vera causa degli aumenti delle tariffe RC auto. Stamane nella relazione del presidente Cerchiai ho sentito che l’antifrode licenziata dalla camera la settimana scorsa non va bene; deve avere, secondo Cerchiai, maggiori poteri investigativi e avvalersi della procedibilità d’ufficio in capo alla magistratura per i casi di truffa”. “Ma mica tutto l’ANIA vorrà un’antifrode che si sostituisca in tutto ai loro ispettorati sinistri, e forze dell’ordine e magistratura che si sostituiscano definitivamente ai loro liquidatori / periti / accertatori?” “Molto egoistico, rivendicazionista e con lo stile di chi chiede solo e nulla dà. Compresa la lamentazione per la partecipazione al sacrificio della manovra economica che prevede un aumento di tassazioni per le compagnie assicurative; forse vorrebbero che a contribuire ai sacrifici fossero pensionati e precari?” “Penso che le critiche alla legge che da relatore ho contribuito a portare in porto giovedì scorso in commissione finanze con l’unanimità dei deputati presenti – 27 voti favorevoli su 27 – siano il segnale che abbiamo ben fatto perché siamo stati attenti anche ai suggerimenti di ANIA, ma indisponibili a legiferare sotto loro dettatura.” “Con orgoglio rivendico che istituire un’agenzia antifrode assicurativa nel nostro Paese significa allinearsi con i maggiori Paesi europei dotati già da tempo di questo prezioso sistema, ma soprattutto avviare una cultura di contrasto ai falsi sinistri che anche le compagnie devono diffondere, come richiedeva stamane Cerchiai, non deresponsabilizzarsi”. “Cerchiai mi ha invece convinto ad avviare subito una fase 2 nel settore assicurativo per recuperare la desertificazione con conseguente abbassamento del servizio assicurativo, specie nella RCA, che le compagnie hanno determinato in particolare al Sud”. “Risentirò, in questa direzione, i ministri Romani e Calderoli che già preliminarmente avevano mostrato interesse alla mia proposta sul federalismo assicurativo regionale”. Roma 5 luglio 2011

    Risposta
  7. patroc. strag. Riccardo Nicotra (socioANEIS Catania)

    ANIA vuol legiferare sotto dettatura. I palamentari accetteranno? Fors’anche vorrebbero la Cassa Integrazione. Ezra Pound docet! (un VIP very very VIP, veramente micidiale).
    Italia dei Valori: Francesco Barbato, ASSICURAZIONI, BARBATO(IDV) ANIA, RELAZIONE EGOISTA SENZA MAI DARE. Martedì 5 Luglio 2011 14:18 Lo Staff. “Nell’assemblea dello scorso anno, ANIA invocò la necessità dell’istituzione di un’agenzia di antifrode assicurativa per eliminare sinistri falsi, vera causa degli aumenti delle tariffe RC auto. Stamane nella relazione del presidente Cerchiai ho sentito che l’antifrode licenziata dalla camera la settimana scorsa non va bene; deve avere, secondo Cerchiai, maggiori poteri investigativi e avvalersi della procedibilità d’ufficio in capo alla magistratura per i casi di truffa”. “Ma mica tutto l’ANIA vorrà un’antifrode che si sostituisca in tutto ai loro ispettorati sinistri, e forze dell’ordine e magistratura che si sostituiscano definitivamente ai loro liquidatori / periti / accertatori?” “Molto egoistico, rivendicazionista e con lo stile di chi chiede solo e nulla dà. Compresa la lamentazione per la partecipazione al sacrificio della manovra economica che prevede un aumento di tassazioni per le compagnie assicurative; forse vorrebbero che a contribuire ai sacrifici fossero pensionati e precari?” “Penso che le critiche alla legge che da relatore ho contribuito a portare in porto giovedì scorso in commissione finanze con l’unanimità dei deputati presenti – 27 voti favorevoli su 27 – siano il segnale che abbiamo ben fatto perché siamo stati attenti anche ai suggerimenti di ANIA, ma indisponibili a legiferare sotto loro dettatura.” “Con orgoglio rivendico che istituire un’agenzia antifrode assicurativa nel nostro Paese significa allinearsi con i maggiori Paesi europei dotati già da tempo di questo prezioso sistema, ma soprattutto avviare una cultura di contrasto ai falsi sinistri che anche le compagnie devono diffondere, come richiedeva stamane Cerchiai, non deresponsabilizzarsi”. “Cerchiai mi ha invece convinto ad avviare subito una fase 2 nel settore assicurativo per recuperare la desertificazione con conseguente abbassamento del servizio assicurativo, specie nella RCA, che le compagnie hanno determinato in particolare al Sud”. “Risentirò, in questa direzione, i ministri Romani e Calderoli che già preliminarmente avevano mostrato interesse alla mia proposta sul federalismo assicurativo regionale”. Roma 5 luglio 2011

    Risposta
  8. Pingback: Attenzione a non cantar vittoria. Partecipate al convegno!

  9. Gabriele Masetti

    SARò PRESENTE AL CONVEGNO DEL 10/11 P.V. A ROMA

    Risposta
  10. giuseppe incardona

    All’evento del 10 novembre 2011, verro’ da Palermo con 2 collaboratori.

    Risposta
  11. Vincenzo Digilio

    anche io sarò presente al convegno.

    Risposta
  12. Patrizio Carito

    Al convegno parteciperà Carito Patrizio socio aneis e l’avv Occhionorelli Luca

    Risposta
  13. franco gentilesca

    sarò presente a roma il 10 c.m. con un collaboratore di studio.

    Risposta
  14. giampaolo bizzarri

    sarò presente al convegno del 10/11 p.v. a Roma

    Risposta
  15. Graf

    Cercherò di esserci anch’io il 10 Novembre.

    Risposta
  16. Avv. Settimio Catalisano

    Parteciperò quale coordinatore della Commissione R.C dell’O.U.A.
    Cordialità
    Avv. Settimio Catalisano

    Risposta
  17. sodinicilloco sassari

    Marcello Cilloco e Bernardo Sodini parteciperanno

    Risposta
  18. Pablo Checcucci

    Sarò presente al convegno di domani a Roma.

    Risposta
  19. Piero Manzanares

    Si Aprono nuovi orizzonti……

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook